Risorse varie ed eventuali se si cerca un po' di svago, approfondimento e intrattenimento online.In questo periodo in cui il mondo sembra contemporaneamente più lontano, per l’impossibilità di spostarsi, e più vicino, perché sta combattendo la stessa battaglia, può essere utile sapere che c’è un sito dove possiamo ascoltare le emittenti di tutto il mondo, in diretta. Si tratta di Radio Garden, frutto di un progetto olandese, che permette di navigare nel mondo, scegliere una località e ascoltare le trasmissioni delle varie stazioni presenti sul territorio.

  • x

Un’altra notizia che è esplosa sul web in questi giorni è la decisione di dare libero accesso alla World Digital Library, un progetto della U.S. Library of Congress, sostenuto dall’UNESCO con la collaborazione di biblioteche, archivi, musei e istituzioni culturali di tutto il mondo.

Il sito consente una ricerca per sezioni tematiche, tipo di materiale (libri, periodici, mappe, documenti, fotografie, video, registrazioni audio…), luogo, lingua e periodo; il materiale è presentato nella lingua originale (più di 100 lingue), senza traduzione, ma le istruzioni sono disponibili in 7 lingue (arabo, cinese, inglese, francese, portoghese, russo e spagnolo). Le sezioni tematiche - Computer science, information, general works; Philosophy & psychology; Religion; Social Sciences; Language; Natural sciences & mathematics; Technology (applied sciences); The arts; fine & decorative arts; Literature & rhetoric; History & geography - sono a loro volta suddivise in sottocategorie.

  • x

Alcuni approfondimenti particolari sono evidenziati nella sezione Timelines: Chinese Books, Manuscripts, Maps, and Prints, Illuminated Manuscripts from Europe, United States History, World History e World War I.

Il sito presenta inoltre un’interessante sezione dedicata alle mappe interattive e un approfondimento dedicato ad Arabic and Islamic Science and Its Influence on the Western Scientific Tradition, suddiviso in vari campi: storia e politica, matematica, astronomia, medicina e tecnologia.

E se ancora questo non è sufficiente per passare le giornate, possiamo visitare il sito Internet Archive, che abbiamo già incontrato nei precedenti articoli sulla musica e sui libri per l’infanzia. In realtà il sito, non-profit, offre molto di più e consente libero accesso a tutto il materiale che raccoglie, con possibilità di consultarlo online o, se permesso, di scaricarlo.

  • x

Nato nel 1996, il sito mette a disposizione circa 20 milioni di libri, più di 4 milioni di registrazioni audio, fra cui 180.000 concerti, 4 milioni di video, 3 milioni di immagini e circa 200.000 software. Il materiale proviene sia da istituzioni prestigiose, come le Smithsonian Libraries, o noti progetti, come il Project Gutenberg, sia dalla comunità dei lettori, che possono caricare nel sito libri o altro materiale. Segnaliamo, ad esempio, la sezione Feature Films con una ricca selezione di film, compresi film muti, cortometraggi e trailers [e software storici, compresi molti videogiochi d’antan, tipo Pac-man, N.d.r.].

  • x

Un altro sito, questa volta francese, che offre moltissimo materiale è Gallica, biblioteca digitale della Bibliothèque Nationale de France, accessibile anche in italiano. Lanciata nel 1997, con 6 milioni di documenti online, Gallica mette a disposizione libri, manoscritti, mappe, immagini di vario tipo (stampe, manifesti, disegni di architettura, fotografie…), periodici, registrazioni audio, partiture, video e oggetti. La sezione oggetti, in particolare, presenta monete, maschere, marionette, globi, oltre alla collezione Charles Cros, che raccoglie vari strumenti tecnologici. Il sito permette la ricerca per categoria di oggetti, aree tematiche e aree geografiche.

  • x

Una buona notizia per gli studiosi è che il sito JSTOR sta ampliando la possibilità di accedere a ebooks, periodici e saggi per facilitare le ricerche in questo periodo di chiusura di archivi e biblioteche.

Anche Scribd mette a disposizione le sue risorse online (libri, audiolibri, riviste, documenti) gratuitamente per un mese.

  • x

Da ricordare inoltre la Biblioteca Europea di Informazione e Cultura, nata dalla collaborazione fra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Comune di Milano, la Regione Lombardia, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, l’Università degli Studi di Milano, il Politecnico di Milano, l’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere e l’Associazione “Milano Biblioteca del 2000”. Il sito presenta una ricchissima collezione digitale di testi e immagini, selezionati da esperti dei vari settori nell’ambito delle collezioni di biblioteche e raccolte italiane e straniere.

  • x

Non dimentichiamoci, infine, dei teatri, proprio oggi che è la Giornata Mondiale del Teatro.
Con l’hashtag #stageathome, il Teatro San Carlo di Napoli ha deciso di portare il palcoscenico direttamente a casa, rendendo disponibili alcuni spettacoli delle passate stagioni, balletti, opere e concerti. Le trasmissioni si possono seguire alle ore 20 dagli account social del teatro, Facebook, Twitter e Instagram. Saranno inoltre messi a disposizione approfondimenti storici, backstage e interviste.

Piccolo@Home, invece, è il palinsesto che il Piccolo Teatro di Milano ha reso disponibile sui suoi canali Facebook, Instagram e Twitter, con oltre 40 proposte che terranno compagnia al pubblico, in attesa di poter nuovamente presentare gli spettacoli nelle sale: anche in questo caso, si potranno seguire spettacoli, interviste e approfondimenti. 

E a Torino, durante questa pausa forzata, il Teatro Stabile ha deciso, insieme ai suoi artisti, di mettere a disposizione sul sito TST e sulla pagina Facebook ufficiale brevi clip di pochi minuti che raccolgono brani, commenti, poesie e riflessioni dei protagonisti della scena italiana, con l'hashtag #stranointerludio. Alle testimonianze degli artisti si aggiungeranno quiz sulla storia del Teatro Stabile e delle più grandi produzioni del passato, per mettersi alla prova come spettatori, ricordare uno spettacolo molto amato e riscoprire il patrimonio digitale del Centro Studi. Senza dimenticare il tour virtuale all’interno del Teatro Carignano.

Cerchiamo i siti dei nostri teatri preferiti: probabilmente stanno programmando simili iniziative, per permetterci di continuare ad assistere agli spettacoli stando in casa e per non farci sentire da soli.

  • xDurante il tour virtuale del Teatro Carignano di Torino

Elena Franchi

è storica dell’arte, giornalista e membro di commissioni dell’International Council of Museums (ICOM).
Candidata nel 2009 all’Emmy Award, sezione “Research”, per il documentario americano “The Rape of Europa” (2006), ha recentemente partecipato al progetto europeo “Transfer of Cultural Objects in the Alpe Adria Region in the 20th Century”.
Fra le sue pubblicazioni: “I viaggi dell’Assunta. La protezione del patrimonio artistico veneziano durante i conflitti mondiali”, Pisa, 2010; “Arte in assetto di guerra. Protezione e distruzione del patrimonio artistico a Pisa durante la Seconda guerra mondiale”, Pisa, 2006.
Ambiti di ricerca principali: protezione del patrimonio culturale nei conflitti (dalle guerre mondiali alle aree di crisi contemporanee); tutela e educazione al patrimonio; storia della divulgazione e della didattica della storia dell’arte; musei della scuola.

 
Segui La Ricerca
ultimi tweet

Logo Loescher