“Intelligenza” è il filo rosso dell’Internet Festival 2018, appuntamento autunnale pisano, in programma dall'11 al 14 ottobre. Questa l’intuizione della manifestazione che, da sette anni, scandaglia tutti i livelli di incidenza della rete sulla società.

  • x

La sfida di questa edizione è riempire di senso la parola intelligenza, anche alla luce degli inarrestabili cambiamenti innescati dalle nuove tecnologie: per essere protagonisti di quei cambiamenti, e non passivi spettatori. D'altronde, basta sfogliare un dizionario per comprenderne anche l'attualità:

facoltà della mente umana di intendere, pensare, giudicare, comunicare fatti e conoscenze, di formulare giudizi ed elaborare soluzioni in risposta agli stimoli esterni, di adattarsi all’ambiente o di modificarlo in base alle proprie necessità (Nuovo De Mauro

Cosa ci dice la definizione? Che l’intelligenza non è prerogativa di pochi, bensì “facoltà della mente umana” accessibile a tutte, tutti. Che l’intelligenza va allenata, e non certo in solitudine. L’intelligenza, inoltre, deve rispondere a stimoli esterni, adattarsi all’ambiente e, all’occorrenza, modificarlo. Ecco perché, in una società che cambia – e cambia velocemente –, occorre coltivare questa facoltà, recuperando tutta la connotazione dinamica e relazionale della parola stessa.

  • x

La scuola, in questo senso, ha una grande responsabilità e, allo stesso tempo, una preziosa opportunità. L’Internet Festival, con oltre 200 eventi e più di 70 laboratori didattici, offre riflessioni ad alto livello di approfondimento, preziose per la sfida educativa posta dalle nuove tecnologie. Ecco alcune indicazioni per orientarvi tra la vasta offerta del festival.

Iniziamo dai T-Tour (Tutorial Tour): declinati in numerose aree tematiche e in fasce d’età, i T-tour sono percorsi educativi e formativi a accesso libero con prenotazione obbligatoria. Occorre accedere alla relativa sezione del sito, scegliere il T-tour adatto alla propria classe e effettuare la prenotazione.

Vi segnaliamo anche la presenza di T-tour rivolti a docenti, con possibilità di avere accesso all’attestato valido per la piattaforma S.O.F.I.A. Due T-Tour, in particolare, sono a cura di un autore de «La ricerca», Simone Giusti, entrambi domenica 14:
h. 14:30-16:30 L’intelligenza poetica: pensare il mondo con la poesia
h. 17:00-19:00 L’intelligenza narrativa: pensare il mondo con le storie

Tra gli eventi, sicuramente le numerose presentazioni di libri ad accesso libero costituiscono occasioni utili per reperire indicazioni bibliografiche da utilizzare in classe o per la propria formazione professionale: tra i tanti titoli protagonisti del festival, vi segnaliamo The Game di Baricco, Tienilo acceso di Vera Gheno e Bruno Mastroianni, e il nuovo libro di Simone Cosimi e Alberto Rossetti dal titolo Cyberbullismo.

Non possiamo infine non indicarvi i panel dedicati all’odio online e alle fake news, tema ampiamente affrontato da «La Ricerca» #13.

Per maggiori informazioni su Internet Festival 2018 potete consultare il programma dal sito oppure scaricare il booklet qui.

Annachiara Scalera

Facebook Manager per Loescher Editore, blogger di Vitadafemmina.it, giornalista freelance.
Dovevo dare senso al mondo. L'ho studiato sui libri. Non è stato sufficiente. Allora, nel mondo ci sono entrata, da segretaria, educatrice, operaia, promoter, bidella, organizzatrice eventi. Ma visto dall'interno, il mondo è ancora più incomprensibile. Allora, ho iniziato a tradurlo, scrivendo. Articoli, post, racconti: parola dopo parola, tutto aveva più senso. Non ho più smesso. È stato così che, a quasi tre decadi di esistenza, mi sono ricordata che da grande avrei fatto questo: scrivere.

 
Segui La Ricerca
ultimi tweet

Logo Loescher