Chi insegna discipline legate all’antichità (Latino, Greco, Storia) corre talora il rischio di far percepire le proprie lezioni come troppo astratte. C’è dunque bisogno di dare concretezza fisica alle “parole alate” di omerica memoria; non potendo però portare Cicerone, Virgilio o Augusto tra i banchi di scuola, io ricorro ad alcuni “trucchi didattici” alternativi, che suggerisco anche ai colleghi.

  • xUna tavola dell'Encyclopédie di Diderot e D'Alembert raffigurante il Laocoonte dei Musei Vaticani

Possiedo qualche libro antico un po’ scalcagnato, alcune stampe settecentesche, e poche monete romane di scarso valore: giocarsi con sapienza questi “cimeli” si è spesso rivelata una carta vincente. Il volume ammuffito (datato 1782) con le orazioni di Cicerone fa sempre il suo bell’effetto, e dà l’idea che anche nella nostra aula si stia fisicamente perpetrando la plurisecolare attenzione per questo autore.

Ma effetto ancor maggiore lo sortisce una tavola incisa dell’Encyclopédie di Diderot e D’Alembert che raffigura il Laocoonte dei Musei Vaticani. La estraggo dal cilindro in II Liceo Classico (o in IV Scientifico) quando gli allievi studiano l’Illuminismo e l’Encyclopédie, si approcciano al Neoclassicismo (Winckelmann – la cui Storia dell’arte esibisco in un’edizione parigina del 1789 che evoca rumori di ghigliottina… – esaltò quella statua!), e leggono la morte di Laocoonte dall’Eneide virgiliana: nel frattempo la foto del gruppo scultoreo campeggia sulla LIM, a sancire una sorta di “patto” tra epoche, arti e tecniche diverse.

Il top si raggiunge però coi ragazzi del Biennio, facendo circolare le monete romane imperiali con tanto di lente per osservarle. Alla consueta domanda “Prof., ma quello è davvero Marco Aurelio?” , oppure – quasi sempre - “Quanto vale?”,  se ne è ultimamente  sostituita un’altra “Posso fotografare le monete?”.  Ho dunque da poco assistito, con piacere, al primo selfie con Augusto: tra l’altro il princeps è ultra-maggiorennne, avendo da poco compiuto… 2000 anni, e nessuno ci contesterà una violazione della privacy!


Il testo è stato pubblicato sull'Agenda Loescher - Scuola Amica 2018/2019, il cui tema era "Suggerimenti pratici per l'insegnamento e l'apprendimento".

Mauro Reali

Docente di Liceo, Dottore di Ricerca in Storia Antica, è autore di testi Loescher di Letteratura Latina e di Storia. Le sue ricerche scientifiche, realizzate presso l’Università degli Studi di Milano, riguardano l’Epigrafia latina e la Storia romana. È giornalista pubblicista e Direttore responsabile de «La ricerca».

 

 
Segui La Ricerca
ultimi tweet

Logo Loescher