Quest'anno «La ricerca» è media partner del festival "Una marina di libri", giunto all'ottava edizione, che si tiene all'interno del meraviglioso Orto botanico dall'8 all'11 giugno: la più importante manifestazione letteraria del Sud quest'anno, arrivata all'ottava edizione, dedica le sue giornate al tema dell'educazione. 

 

Dopo aver partecipato al Salone del Libro di Torino, la redazione de «La ricerca» è pronta a trasferirsi a Palermo per prendere parte attiva a “Una marina di libri”, il festival del libro più importante del Mezzogiorno. Il festival, giunto all’ottava edizione, si terrà all’interno dell’Orto botanico della città e sarà interamente dedicato al tema dell’educazione, affrontato attraverso dibattiti, presentazioni di libri, laboratori e reading. Noi saremo presente con la redazione e con alcuni dei suoi autori per partecipare a due incontri e per raccontare su Facebook e Twitter gli avvenimenti più interessanti.

La prima iniziativa che ci riguarda è il dibattito intitolato Scaricare i 600. A proposito di insegnamento linguistico e letterario: un incontro sulla didattica della lingua italiana, su cui riflettono i relatori in virtù del loro ruolo di insegnanti, studiosi e curatori editoriali, a partire dall’Appello dei 600, firmato principalmente da linguisti, storici e filosofi e presentato al MIUR e al Governo, chiedendo un intervento per risolvere le carenze linguistiche dei giovani italiani. Si terrà sabato 10 alle ore 18.00 e parteciperanno Clotilde Bertoni e Matteo Di Gesù (Università di Palermo), insieme a tre autori che già conoscete: Giusi Marchetta, Vanessa Roghi e Simone Giusti, autore su «La ricerca» online di una Contro-lettera aperta sul declino dell’italiano a scuola che nello scorso febbraio ha contribuito in modo critico alla discussione sul rapporto tra educazione linguistica e letteraria.

Quest’ultimo argomento sarà ripreso e approfondito domenica 11 giugno alle 12.00 durante la presentazione della collana «QdR / Didattica e letteratura» di Loescher editore da parte dello stesso Giusti, che dirige la collana insieme a Natascia Tonelli, con Alessandra Nesti, coordinatrice editoriale de «La ricerca», e con Ambra Carta, ricercatrice e docente di didattica della letteratura dell’Università di Palermo.
La collana, coordinata da un comitato scientifico internazionale, è nata per riflettere su metodi e strumenti idonei a valorizzare il ruolo degli studi letterari, della scrittura, della lettura e dell’interpretazione delle opere. Particolare attenzione, durante la presentazione, sarà dedicata a due volumi tradotti dal francese: Piccola ecologia degli studi letterari di Jean-Marie Schaeffer (il QdR #1) e La lettura nella vita di Marielle Macé (QdR #4), due testi a nostro avviso fondamentali per cambiare il corso della didattica della letteratura nei prossimi anni, che, secondo le parole di Simone Giusti, “deve prendere atto delle acquisizioni della psicologia cognitiva, della pedagogia sperimentale, delle neuroscienze e della sociologia della vita quotidiana, che ci sollecitano a prendere sul serio gli effetti della lettura di opere narrative e di finzione e che attribuiscono alla letteratura un ruolo fondamentale nello sviluppo della capacità di orientamento delle persone”.

Al festival porteremo l’ultimo numero della rivista dedicato a Insegnare l’Europa, che contiene, tra l’altro, un prezioso articolo di Remo Ceserani intitolato Allargare i confini.

Ci sarete?

comments powered by Disqus
 
Segui La Ricerca
ultimi tweet

Logo Loescher