Letteratura

A sedici anni si sospira e ci s’infervora su Verlaine e Majakovskij, a trenta si evade nella finzione romanziera, a sessanta si rilegge la storia (propria, e altrui) tentando di impossessarsene attraverso le biografie - o almeno così dicono alcuni.

Leggi

C'era una volta la triade: Kawabata Yasunari, Mishima Yukio, Tanizaki Jun'ichirō. Relativamente facile trovarne qualche volume - Bompiani o Einaudi, o magari SE - nelle biblioteche di parenti insospettabili e beatamente ignari di sashimi e Harajuku-dolls.

Leggi

Mondo accademico e scuola si confrontano al telefono: saper scrivere un sonetto è competenza? E c’è differenza tra abilità e competenze?

Leggi

L’Accademia di Svezia ha conferito il premio Nobel per la letteratura 2012 allo scrittore Mo Yan, “perché con il suo realismo allucinatorio fonde racconti popolari, storia e contemporaneità”.

Leggi

La distanza linguistica tra noi contemporanei e i classici della letteratura può essere fonte di sorprendenti scoperte e di avventure tragicomiche.

Leggi

Quando è veramente grande, un’opera d’arte è una fonte inesauribile di significati, tanto che si può definire ogni secolo in base al particolare modo con cui ha interpretato la Commedia. C’è da chiedersi quale sia il nostro modo, a pochi anni dal settimo centenario della morte del poeta.

Leggi

La storia della fortuna critica della Commedia è la dimostrazione che si può considerare Dante uno scrittore essenzialmente “moderno”.

Leggi

Il progetto “Stella d’Italia” e i camminatori di Antonio Moresco: ricucire il paese attraverso i propri passi, misurarlo rispondendo a un “bisogno di ricostruzione fisico e mentale dell’Italia”.

Leggi

 
Segui La Ricerca
ultimi tweet

Logo Loescher