È uscito il Quaderno della Ricerca #36 «Logos e techne. Tecnologia e filosofia», Romanae Disputationes 2016-17, a cura di Gian Paolo Terravecchia e di Marco Ferrari.La tecnologia appare come ciò a cui tutti oggi poniamo attenzione e, nel bene o nel male, affidiamo in maniera esplicita o implicita le nostre speranze. Essa, infatti, in virtù della sua efficacia e del suo rendimento, realizza molti dei sogni e dei desideri dell’uomo di andare oltre i propri limiti naturali. Ma che rilevanza ha assunto e dovrebbe assumere la tecnologia nei nostri modi di vivere, di pensare, di riflettere su noi stessi? Che rapporto ha essa con la natura e la vita degli esseri viventi? Che rapporto si stabilisce tra sapere e saper fare, tra cultura e tecnica?
Proprio per riflettere su questi temi, il Concorso “Romanae Disputationes 2017” si è posto a tema: “Logos e techne. Tecnologia e filosofia”. Il volume cerca di offrire del materiale che consenta, a diversi livelli di approfondimento e da molteplici angolature, di rimeditare il tema della tecnica e di documentare i lavori del Concorso.
Per quanto riguarda i contenuti, il libro si compone di tre parti. La prima raccoglie gli interventi di importanti studiosi: Carlo Sini, Roberto Mordacci e Costantino Esposito. La seconda parte raccoglie due riflessioni: una sul Concorso e il tema dell’anno, l’altra sull’argomentare in filosofia. La terza parte, infine, raccoglie i materiali vincitori del Concorso alla due giorni romana, svoltasi il 17-18 marzo 2017, presso la Pontificia Università San Tommaso e riporta l’elenco dei premiati.

Scarica il primo capitolo gratuitamente qui oppure acquista il pdf su Scuolabook.

Gli insegnanti possono richiedere una copia agli agenti Loescher di zona.


Marco Ferrari insegna filosofia e storia nei licei. È co-curatore di TEDxYouth@Bologna e direttore della Bottega di Filosofia di Diesse. È ideatore e direttore del Concorso nazionale di filosofia per le superiori Romanae Disputationes e dei webinar di storia e arte contemporanea dell’associazione ToKalOn di cui è vice presidente. Ha pubblicato alcuni contributi sul pensiero di Maurice Merleau-Ponty (2015 e 2016) e ha curato Libertà va cercando. Percorsi di filosofia medievale (Milano-Udine 2017) e, con Gian Paolo Terravecchia, Soggetto e realtà nella filosofia contemporanea. Cinque lezioni (Castel Bolognese [RA] 2014) e i “Quaderni della ricerca” di Loescher 2014, 2015 e 2016 relativi ai percorsi formativi di Romanae Disputationes.

Gian Paolo Terravecchia insegna filosofia e storia nei licei. Ha conseguito il PhD in filosofia presso l’Internationale Akademie für Philosophie e il dottorato di ricerca in filosofia teoretica e pratica presso l’Università di Padova. Si occupa di filosofia sociale (Il legame sociale. Una teoria realista, Napoli 2012) ed è cultore della materia in filosofia morale all’Università di Padova.
Con Luciano Floridi ha curato Le parole della filosofia contemporanea (Roma 2009). È coautore di manuali di filosofia e di Tesine e percorsi. Metodi e scorciatoie per la scrittura saggistica (Torino 2016). È presidente del comitato didattico del Concorso Romanae Disputationes.

Logo Loescher