La 72esima edizione del Locarno Film Festival è ormai alle porte. Il Festival del cinema che anima l’estate della cittadina svizzera quest’anno si terrà dal 7 al 17 agosto, sotto la nuova direzione artistica di Lili Hinstin.

  • x

Nella conferenza stampa tenutasi a Milano il 18 giugno sono stati anticipati i premi che verranno assegnati durante le giornate della manifestazione: il Leopard Club Award andrà a Hilary Swank, il Vision Award Ticinomoda a Claire Atherton, il Premio Utopia a Enrico Ghezzi e il Premio Cinema Ticino a Fulvio Bernasconi.

La giuria del Concorso Internazionale sarà presieduta da Catherine Breillat (cineasta e scrittrice)e sarà composta da Ilse Hughan (produttrice), Emiliano Morreale (critico cinematografico), Nahuel Pérez Biscayart (attore) e Angela Schanelec (attrice, regista e sceneggiatrice).In lizza per il Pardo d’Oro ci saranno 17 lungometraggi provenienti da tutto il mondo, di cui 14 in anteprima assoluta.

Tra le Sezioni collaterali che arricchiscono il programma del festival, ricordiamo il Concorso Cineasti del Presente, dedicato alla scoperta di nuovi talenti, il premio Moving Ahead, che esplora i nuovi linguaggi e territori dell’immagine, e i Pardi di domani, dedicato ai cortometraggi. Alle rassegne di film in concorso si affiancano come ogni anno retrospettive, grandi opere della storia del cinema o novità presentate fuori concorso, veri e propri eventi che animeranno le serate in Piazza Grande, salotto del cinema di Locarno.

Il programma di quest’anno è particolarmente interessante, coraggioso e arricchito da un pizzico di provocazione, che ogni buon Festival dovrebbe sempre mettere in campo. Se avete intenzione di godervi una serata di buon cinema a Locarno ecco qualche consiglio, altrimenti annotatevi questi film per quando usciranno in sala.

  • xVitalina Varela
  • xTechnoboss
  • xOnce Upon a Time... in Hollywood

Partiamo da uno dei più importanti maestri del cinema contemporaneo. Il regista portoghese Pedro Costa, già autore di Ossos (1997), No Quarto da Vanda (2000), Juventude en marcha (2004) e del poetico Ne change rien (2009) interpretato da Jeanne Balibar, presenta a Locarno Vitalina Varela, toccante storia di una donna di Capoverde che arriva in Portogallo pochi giorni dopo la morte del marito. Da vedere il film del regista giapponese Koji Fukada, A Girl Missing (Yokogao), drammatica e torbida storia di oscuri intrighi familiari. Altro film da non perdere è Terminal Sud del regista franco-algerino Rabah Ameur-Zaïmeche, autore da sempre attento ai problemi dell’immigrazione e alle dinamiche sociali del mondo del lavoro e dell’integrazione.

Da seguire con la massima attenzione il percorso artistico del regista Joao Nicolau, autore emergente del nuovo cinema portoghese, che presenta la sua ultima opera Technoboss.Chiudiamo con l’ultimo film del regista coreano Park Jung-bum, che partecipa al concorso con la con Pa-go.

Tra gli altri film che fanno parte del programma generale del Festival, segnaliamo l’ultima opera di Quentin Tarantino Once Upon a Time... in Hollywood, interpretata da Leonardo Di Caprio, Brad Pitt, Margot Robbie e Al Pacino, il nuovo thriller del regista belga Fabrice du Welz Adoration e l’atteso film di Halina Reijn Instinct.
Chiudiamo con il film Cecil B. Demented, realizzato da John Waters, uno dei registi più trasgressivi e irriverenti del panorama del cinema mondiale, già autore di Grasso è bello (1988), e di La signora ammazzatutti (1994).

I biglietti per le proiezioni sono acquistabili online sul sito ufficiale del festival.

Alessio Turazza

Consulente nel settore cinema e home entertainment, collabora con diverse aziende del settore. Ha lavorato come marketing manager editoriale per Arnoldo Mondadori Editore, Medusa Film e Warner Bros.
 
Segui La Ricerca
ultimi tweet

Logo Loescher