Autore

Alessio Turazza

Consulente nel settore cinema e home entertainment, collabora con diverse aziende del settore. Ha lavorato come marketing manager editoriale per Arnoldo Mondadori Editore, Medusa Film e Warner Bros.

Le dieci pellicole da consigliare del 2017: su tutte, "L'altro volto della speranza" e "Moonlight".

Leggi

Imperdibili, Da vedere e Facoltativi: filmografia ragionata di un maestro del cinema.

Leggi

Il film di Ozpetek è una dichiarazione d’amore per Napoli e un omaggio alla sua storia millenaria, alla sua ricchezza artistica e alla sua complessa identità culturale.

Leggi

A Natale non c'è niente di meglio di un corroborante pugno nello stomaco cinematografico. Se i buoni sentimenti stagionali vi danno la nausea, andate a vedere Loveless.

Leggi

Ritrovarsi a 50 anni a dover ripensare al proprio futuro: è quello che succede a Aurore, protagonista di un piccolo film che racconta sentimenti senza retorica.

Leggi

È un Woody Allen insolito quello che ci attende nelle sale da metà dicembre. La Ruota delle Meraviglie è un film drammatico, anche se non manca qualche momento divertente e qualche spunto ironico.

Leggi

Suburbicon è un film Coen-style, ma senza essere un film della coppia di fratelli più famosa di Hollywood. Non convince.

Leggi

In questi giorni nelle sale il film L’insulto, candidato agli Oscar 2018 come Miglior Film Straniero, e già presentato ai Venezia, dove l’attore protagonista si è aggiudicato la Coppa Volpi.

Leggi

Voglia di cinema? Ecco una piccola guida per sopravvivere ai cine-panettoni.

Leggi

È in questi giorni in sala Detroit, il nuovo film di Kathryn Bigelow. Un’opera da non perdere, che ci riporta nel clima infuocato degli scontri razziali dell’America della fine degli anni Sessanta.

Leggi

Il binomio cinema e vino non è una novità: questa volta tocca al regista francese Cédric Klapisch, da poco in sala con "Ce que nous lie".

Leggi

Il film dei fratelli Taviani si misura in modo convincente con un percorso intimo, lasciando in secondo piano la grande storia per concentrare l’attenzione narrativa e figurativa sul protagonista.

Leggi

Il regista indiano Ritesh Batra torna sul grande schermo con l’interessante L’altra metà della storia, tratto dal romanzo Il senso di una fine di Julian Barnes e interpretato da Jim Broadbent e Charlotte Rampling.

Leggi

Roma torna Capitale del Cinema: fino al 5 novembre si tiene la dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma.

Leggi

Difficile che il film di Villeneuve abbia lo stesso effetto dirompente del primo Blade Runner, ma regalerà momenti di grande cinema a chi sarà disposto a farsi trasportare nel 2049 senza nostalgie.

Leggi

Buon compleanno, Mrs Robinson.

Leggi

Il cinema è verità ventiquattro volte al secondo, diceva Jean-Luc Godard. Che cos'è stata la Nouvelle Vague, e perché ancora oggi è un paradigma di rinnovamento e rivoluzione?

Leggi

Un film realista ambientato nella Terra dei fuochi, dove il veleno non scorre solo nel sottosuolo, violentato e inquinato, ma anche in una società che ha smarrito qualsiasi riferimento di valori e di etica.

Leggi

Arriva in sala in questi giorni Miss Sloane - Giochi di Potere, film sui rapporti sempre più complessi tra politica e poteri economici e sulla solitudine umana nella società contemporanea.

Leggi

Una carrellata dei film in concorso da non perdere alla 74. Mostra del Cinema di Venezia, che inizia tra una settimana.

Leggi

Nel ricco programma del Festival di Locarno 2017 (2-12 agosto) c’è un appuntamento da non perdere: la retrospettiva dedicata al regista Jacques Tourneur.

Leggi

La magia protagonista della quarantasettesima edizione del Festival del Cinema di Giffoni, che inizia oggi nella piccola cittadina in provincia di Salerno.

Leggi

Esce in questi giorni Lady Macbeth, promettente opera prima di grande originalità e forza espressiva del regista teatrale William Oldroyd.

Leggi

Una tempesta scuote le esistenze di una famiglia intera, sbriciolandone sovrastrutture e preconcetti e rimettendo in moto energie vitali sopite, forse inattese o dimenticate.

Leggi

Ancora una storia al femminile: quattro donne nella Polonia post-comunista del 1990, e un cinema che è un dispositivo temporale potentissimo.

Leggi

Da pochi giorni è nelle sale, da non perdere assolutamente, Libere disobbedienti innamorate - In Between: un racconto al femminile che ha per protagoniste tre ragazze arabo-israeliane che vivono a Tel Aviv.

Leggi

L'ironia gentile e surreale di Kaurismäki, la sua estraneità da qualsiasi pregiudizio e semplificazione saranno il vostro balsamo in queste vacanze pasquali.

Leggi

Come in un implacabile rewind, il bel noir di Arévalo si svolge dentro un tempo schizofrenico, che da un lato procede e dall’altro si riavvolge su se stesso.

Leggi

Due ambientazioni antitetiche, l'abitacolo di un'auto e i boschi scozzesi, fanno da sfondo a un film sul potere del viaggio e sull'inganno del cinema e della politica.

Leggi

L’ultimo film di Paul Verhoeven appartiene a un cinema eticamente scomodo, psicologicamente disturbante, brutalmente sincero, di fronte al quale non si può restare indifferenti.

Leggi

Chi lo conosce si attendeva molto dall'ultimo film di Cianfrance. Che però è un mélo scontato che sostituisce alla regia un vedutismo di second'ordine. Peccato.

Leggi

La Jackie di Larraín è una donna dalla freddezza inquietante, calcolatrice, completamente calata nel suo ruolo pubblico, consapevole di essere destinata a rappresentare un pezzo di storia americana.

Leggi

Il film, che promette di fare incetta di premi, esplora senza retorica la tragedia di vivere fino in fondo il proprio destino, in un senso d’ineluttabile rassegnazione che sconfina nell’espiazione.

Leggi

Il grado zero dell’erotismo, al cinema.

Leggi

Miglior film drammatico ai Golden Globe e candidato a 8 premi Oscar, «Moonlight» di Barry Jenkins è un film di straordinaria sensibilità e intensità emotiva, che scava nel rapporto tra un individuo e l’ambiente che lo circonda.

Leggi

La vera storia di un medico contro la lobby delle industrie farmaceutiche: si sposa la causa di Irène non per simpatia, ma perché il film fornisce tutti gli elementi di fatto per farlo.

Leggi

In questi giorni in sala un thriller psicologico di buona fattura, interpretato con una camaleontica plasticità recitativa da uno stupefacente James McAvoy.

Leggi

Un film per il Giorno della Memoria, in cui l’esperienza della guerra e delle deportazioni è vista attraverso lo sguardo dei bambini.

Leggi

Arriva finalmente sul grande schermo l’atteso film di Scorsese Silence: un’opera dalla gestazione lunghissima e travagliata, che ha accompagnato per quasi trent’anni la carriera del regista americano.

Leggi

Titolo originale «L'économie du couple», un film che non mette in scena la fine di una relazione, bensì i suoi risvolti economici.

Leggi

Aridatece Casablanca, quello vero! 

Leggi

Tra i film in uscita nei primi giorni del nuovo anno, assolutamente da non perdere è Il cliente di Asghar Farhadi: vero antidoto contro l'idiozia dei cinepanettoni.

Leggi

Il nuovo film di Jim Jarmusch è un raro esempio di come il cinema possa esprimersi attraverso un linguaggio poetico.

Leggi

Un'enclave antirazzista e anti schiavista nell'America della Guerra civile – ma la storia sembra aver camminato a ritroso.

Leggi

Una donna forte e coraggiosa interpretata da un'attrice superba, sullo sfondo di un Brasile in cambiamento.

Leggi

Arriva sui nostri schermi il film sul discusso caso Snowden. Oliver Stone affonda la lama nel pericoloso confine tra sicurezza nazionale e diritto alla privacy.

Leggi

Malik lo si ama o lo si odia. È in sala in questi giorni con un film ancora più estremo del solito, fuori dai territori consueti del cinema: un universo espressivo intenso e straniante.

Leggi

L'ambizioso McGregor si misura con un'opera più grande di lui: indovinate chi vince. American Pastoral è in sala e Alessio Turazza lo recensisce per noi.

Leggi

Un film russo passato a Cannes riflette su religione, interpretazione dei testi sacri, ideologia e manipolazione. E no, non parla di islam.

Leggi

Nel film di Larrain la persecuzione politica si trasforma nella trama di un romanzo poliziesco, sospesa tra racconto, suggestioni letterarie e affabulanti rimandi onirici.

Leggi

Elio Germano interpreta San Francesco in un film appena uscito, minimalista e austero, dal sapore documentaristico.

Leggi

Un futuro diverso è possibile. Un coraggioso e appassionato documentario mostra progetti e modelli di gente che ci sta riuscendo.

Leggi

Un film divertente e sarcastico sul mondo del vino e le sue star, con i personaggi reali che interpretano se stessi: godibile sia dagli appassionati sia dagli astemi.

Leggi

Se si assiste a un film di ben 125 minuti e si deve arrivare ai titoli di coda per vedere gli unici pochi attimi decenti e cinematograficamente interessanti, allora c’è qualcosa che non va.

Leggi

C'è qualcosa di profondamente irrisolto tra l’America e Nixon, un'inquietudine che forse spiega la moltitudine di film incentrati sulla figura del presidente repubblicano. Elvis & Nixon è solo l'ultimo in ordine di tempo.

Leggi

Quattro amiche in viaggio in un bel film di Giuseppe Piccioni che riconcilia con il cinema italiano.

Leggi

Trai film più interessanti di questo ultimo scorcio d’estate c’è sicuramente Il Clan di Pablo Trapero, già premiato con il Leone d’Argento a Venezia nel 2015.

Leggi

Una delicata commedia che tra sentimenti e ironia riflette su solitudine e amore.

Leggi

È arrivato da pochi giorni sui nostri schermi il film Tra la terra e il cielo del regista indiano Neeraj Ghaywan, vincitore del Prix de l'Avenir nella sezione Un certain regard del Festival di Cannes 2015.

Leggi

L'ultimo film di Jia Zhang-Ke racconta un triangolo amoroso e la Cina in trasformazione, tra tradizione e il sogno del capitalismo

Leggi

Accoglienza e solidarietà alla prova dei fatti

Leggi

Arriva finalmente nelle sale italiane uno dei film più belli e interessanti della stagione cinematografica: “Sole alto” di Dalibor Matanić, Premio della Giuria nella sezione “Un certain regard” all’ultimo Festival di Cannes.

Leggi

L'estetica del proiettile-occhio in uno "sparatutto" postmoderno e straniante.

Leggi

Il regista danese Thomas Vinterberg, autore di Festen e già co-fondatore del movimento Dogma, firma un’opera che, come lui stesso dichiara, deve molto alla sua esperienza personale.

Leggi

Libertà di stampa, politica e potere nell’America di Bush

Leggi

Un buon film, più per la storia e per il valore sociale di denuncia che per il reale valore artistico: due Oscar alla tradizione e alla classicità del cinema.

Leggi

Due film per riflettere sull’Olocausto

Leggi

Da Lehman Brothers a… Banca Etruria, il progressivo disfacimento dell’allegra finanza continua. “La grande scommessa” ci aiuta a capire come tutto è iniziato.

Leggi

Il film di Guadagnino, che prende il nome dal dipinto di David Hockney, è ambientato sull’isola di Pantelleria. E non convince.

Leggi

Una casa isolata sulla costa cilena, quattro sacerdoti e una suora, l’anima nera della Chiesa cattolica. Il quinto film di Pablo Larraín.

Leggi

Un film ripercorre la vita di Janis Joplin, voce straordinaria e ragazza fragile.

Leggi

Se vi piace la scrittura di Pynchon, se siete appassionati di romanzi hard boiled e di cinema nero americano e amate come un fratello Jeffrey Lebowski, questo è il vostro film!

Leggi

Lo spettro della grande depressione americana del 1929, un centro sociale travestito da dancing e molta (ahinoi) attualità nell'ultimo film di Loach.

Leggi

Fedeli alla loro poetica documentarista lontanissima dalla superficie luccicante delle grandi produzioni, i Dardenne scrivono una nuova pagina del moderno cinema sociale.

Leggi

Cinque amici, una notte, una terrazza e Cuba. Laurent Cantet in un film di sceneggiatura e attori su una generazione travolta dai sogni di rivoluzione.

Leggi

Come ogni anno, Giffoni si appresta a diventare il palcoscenico mondiale del cinema per ragazzi. Dal 18 al 27 luglio, la cittadina campana, che ha ormai legato indissolubilmente il suo nome alla settima arte, ospiterà la 44esima edizione del Giffoni Film Festival.

Leggi

Lontano dal facile film scandalo, Lars von Trier firma l’ultimo capitolo di un personale viaggio nel nero abisso della depressione. Una terapia cinematografica, che percorre senza censure i territori sconvenienti del dolore, del sesso, del caos senza senso dell’esistenza, della morte.

Leggi

Una spiaggia solitaria. Sdraiata al sole, un’adolescente bellissima si assicura di essere al riparo da sguardi curiosi e si spoglia. La vediamo in soggettiva, da lontano, attraverso un binocolo. Una visione voyeuristica. Oggetto di uno sguardo che ben presto scopriamo essere quello, affettuoso e innocente, del fratellino.

Leggi

Presentato fuori concorso a Venezia, The Canyons è un’interessante riflessione metalinguistica sul fare cinema, o meglio sull’impossibilità di fare cinema. Le inquadrature iniziali descrivono aree urbane desertificate e fatiscenti. Cinematografi abbandonati e cadenti sembrano annunciare la morte del cinema - o forse solo dell’esperienza collettiva della visione, del luogo in cui si consuma un rito sociale, sacro.

Leggi

Un road-movie paradossale, che vive di falsi movimenti, stasi esistenziali, tableaux vivants sapientemente giustapposti, tenuti insieme da una straordinaria sensibilità umana. Un mondo grottesco e straniante abitato da vite marginali e periferiche. Monadi d’umanità dimenticata che ruotano, nel loro apparente immobilismo, attorno al caos della città, appena sfiorate dal traffico del GRA.

Leggi

Logo Loescher