Un simpatico marziano, rigorosamente verde, viene inviato in missione sulla terra per esplorare l’arte contemporanea. Con la sua navicella spaziale atterra al MoMA di New York e aspetta fiducioso l’aiuto dei bambini per visitare il museo.

moma1

 

Il Museum of Modern Art di New York, fondato nel 1929, è il primo museo dedicato esclusivamente all’arte contemporanea. Le sue collezioni spaziano dalla fine dell’Ottocento alle più recenti espressioni artistiche, passando dalla pittura alla scultura, dai progetti di architettura al design e alla fotografia, dai libri illustrati al cinema e alle nuove tecnologie. Affiliato al MoMA, il P.S.1 Contemporary Art Center è dedicato alle ultime tendenze dell’arte contemporanea.
La didattica on line per i bambini dai cinque agli otto anni, ma utile anche ai più grandi, è affidata al piccolo marziano in visita al MoMA e al P.S.1. Il sito, interattivo, è solo in inglese, ma la presenza di fumetti e testi scritti facilita la comprensione.
Girando fra opere di Picasso, Boccioni, Van Gogh, ma anche Frida Kahlo, Polly Apfelbaum o Sol LeWitt, i bambini sono invitati a scegliere (pick one!) fra varie possibilità di intervento e di gioco: possono individuare i colori che compongono un dipinto, ricomporre un puzzle, ascoltare brevi notizie sull’artista, esplorare l’opera o giocare con le parole che la contraddistinguono; possono imparare cos’è un collage o un’incisione, comporre una poesia in inglese o guardare brevi filmati al Movie Theater. Fra le varie icone (tools, look, listen, words, about, idea...), “idea” dà suggerimenti per portare l’attività di gioco al di fuori dal sito, nella vita quotidiana. Sito utile e simpaticamente autoironico quando ci si sofferma con il mouse sull’immagine di un bambino perplesso di fronte a un estintore: “That’s not art! It’s a fire extinguisher”.
In un’altra pagina del sito, il MoMA offre indicazioni utili per insegnanti di ragazzi più grandi, con immagini e suggerimenti per le lezioni.
Una piccola precisazione terminologica. In Italia il termine “contemporaneo” copre un arco di tempo molto più vasto di quello considerato in altri paesi, in cui la contemporaneità riguarda solo l’oggi e le tendenze più attuali. Dovendo utilizzare, per comodità, delle etichette temporali, è bene ricordare questa differenza: la Modern Art del MoMA è, per noi, arte contemporanea.

Destination Modern Art: http://www.moma.org/interactives/destination/#

Modern Teachers: http://www.moma.org/modernteachers

Elena Franchi

è storica dell’arte, giornalista e membro di commissioni dell’International Council of Museums (ICOM).
Candidata nel 2009 all’Emmy Award, sezione “Research”, per il documentario americano “The Rape of Europa” (2006), ha recentemente partecipato al progetto europeo “Transfer of Cultural Objects in the Alpe Adria Region in the 20th Century”.
Fra le sue pubblicazioni: “I viaggi dell’Assunta. La protezione del patrimonio artistico veneziano durante i conflitti mondiali”, Pisa, 2010; “Arte in assetto di guerra. Protezione e distruzione del patrimonio artistico a Pisa durante la Seconda guerra mondiale”, Pisa, 2006.
Ambiti di ricerca principali: protezione del patrimonio culturale nei conflitti (dalle guerre mondiali alle aree di crisi contemporanee); tutela e educazione al patrimonio; storia della divulgazione e della didattica della storia dell’arte; musei della scuola.

 
Segui La Ricerca
ultimi tweet

Logo Loescher